IL LAVORO SENZA
DIRITTI È SCHIAVITÙ
L’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) ha elaborato una serie di indicatori per poter individuare i casi di grave sfruttamento lavorativo. Tali indicatori comprendono l’uso di violenza e minacce, la limitazione della libertà di movimento, la presenza di debiti a carico del lavoratore, il trattenimento del salario, il sequestro dei documenti di identità.
NON ELEMOSINARE
I TUOI DIRITTI
L’accattonaggio forzato è un fenomeno che coinvolge sopratutto donne, minori e persone con disabilità.Le reti criminali organizzano il lavoro delle persone costrette a chiedere l’elemosina, decidendo luoghi, orari e modalità, raccogliendo i proventi e mantenendo le vittime in condizione di vulnerabilità e soggezione.
Questo ambito di sfruttamento è il più esteso e si contraddistingue per alcune caratteristiche peculiari come la costrizione della persona a fornire prestazioni sessuali a pagamento, l’uso della violenza fisica o psicologica e di minacce nei confronti della persona stessa o dei suoi familiari, l’indebitamento della vittima nei confronti dei suoi sfruttatori per il viaggio che l’ha portata nel Paese di destinazione e l’obbligo di cessione dei proventi dello sfruttamento e delle reti criminali. CON IL MIO CORPO
NON SI TRATTA
IL SILENZIO
UCCIDE
Non rimanere indifferente:
se conosci persone vittime di tratta e grave sfruttamento, o vuoi maggiori informazioni a riguardo, chiama il Numero Verde Antitratta 800.290.290, attivo 24/7.
Il Fumetto “Darshal”, realizzato grazie alla preziosa collaborazione di Maurizio Ercole (disegni) e Cristiano Zentilini (testi), nasce dalla volontà del Numero Verde Antitratta di cercare di catturare l’attenzione anche dei più giovani.
Per raggiungere tale obiettivo si è deciso di ricorrere al medium del fumetto, da sempre apprezzato dalle nuove generazioni, raccontando attraverso di esso una storia di tratta e grave sfruttamento in un modo, per quanto possibile, non troppo “gravoso”, rimanendo quanto più possibili aderenti alla realtà. Allo stesso tempo si vuole evidenziare come i vissuti delle persone vittime di tratta e grave sfruttamento, abbiano delle forti ripercussioni sulle famiglie nel Paese di origine, e di come, proprio per queste implicazioni, spesso risulti molto arduo per le vittime riuscire ad affrancarsi dalle reti di sfruttamento.
Per questo abbiamo scelto di raccontare attraverso Darshal, un bambino che vive in un ipotetico paese del sud-est asiatico e che vive in prima persona il tema della migrazione del padre in cerca di un futuro migliore.

Cos’è il Numero Verde 800 290 290

Numero Verde nazionale in aiuto alle vittime di tratta e grave sfruttamento. Gratuito, Anonimo, operativo 24 ore su 24.

Di seguito è possibile osservare due cartine dell’Italia: la prima dedicata alle notizie relative a casi di sfruttamento sessuale (sia indoor che outdoor), mentre la seconda riguarda le notizie relative ai casi di sfruttamento lavorativo in agricoltura, nei laboratori tessili, nella logistica, nell’edilizia, ecc. Entrambe le cartine si riferiscono all’annualità 2021.

IMPORTANTE: all’interno del sito è stata inserita una Pagina dedicata al nuovo coronavirus SARS-CoV-2 e sull’epidemia di COVID-19. All’interno della pagina “Emergenza covid19” presente nella sezione “RISORSE” è possibile reperire indicazioni sui materiali informativi tradotti in diverse lingue e sui servizi di bassa soglia attivi.
Link diretto alla Pagina:  https://www.osservatoriointerventitratta.it/emergenza-covid19/

“Conosco i miei diritti #denunciolosfruttamento”, un progetto dell’Associazione On the Road onlus in collaborazione con il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, lIspettorato nazionale del lavoro e il Servizio centrale dello Sprar/Siproimi.

Il video è sottotitolato in 9 lingue diverse: italiano, inglese, francese, bulgaro, romeno, russo, cinese, pashtu, bangla.

il dipartimento

OSSERVATORIO

Tra i principali obiettivi del Dipartimento, vi è quello della creazione di una banca dati centralizzata, informatizzata, in grado di effettuare elaborazioni in tempo reale, che sarà uno strumento all’avanguardia in Europa, determinante per l’individuazione di segnali precoci di evoluzione del fenomeno della tratta.

La tratta

La “tratta di persone” indica il reclutamento, il trasporto, il trasferimento, l’ospitare o l’accogliere persone, tramite l’impiego o la minaccia di impiego della forza o di altre forme di coercizione, di rapimento, frode, inganno, abuso di potere o di una posizione di vulnerabilità, dando oppure ricevendo somme di denaro o benefici al fine di ottenere il consenso di un soggetto che ha il controllo su un’altra persona, per fini di sfruttamento.

I progetti antitratta

I Progetti nazionali antitratta, finanziati tramite un Bando periodico dal Dipartimento per le Pari Opportunità ai sensi del D.P.C.M. del 16 maggio 2016, hanno quali capofila sia Enti pubblici che Enti del privato sociale. In questa sezione è possibile visionare l’elenco dei Progetti attualmente attivi a livello nazionale oltre che le principali attività implementate.

I servizi antitratta in Europa

La tratta è un fenomeno transnazionale che coinvolge l’intero continente europeo. In tutti i Paesi europei sono presenti dei servizi che si occupano di fornire assistenza alle vittime di tratta. In questa sezione è possibile visualizzare l’elenco dei dispositivi di segnalazione e aiuto per le vittime di tratta attualmente operativi.

IN EVIDENZA

consulta le sezioni

Seminario Formativo “Donne migranti tra sfruttamento e vulnerabilità multiple. Quali strumenti di protezione nella prospettiva dei diritti umani” – febbraio/aprile 2021

News, Seminari formativi
Il Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dell’Università di Padova e  ASGI, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione, in collaborazione con il Progetto N.A.Ve del Comune di Venezia, propongono un percorso formativo a carattere seminariale organizzato attorno…
Leggi tutto

RISORSE

consulta la sezione
Menu