Anche trentamila donne pugliesi vittime della legge dei caporali

La Repubblica

RAFFAELLA COSENTINO

NELL’ANNO dell’Expo, la mappa del cibo made in Puglia prodotto con il caporalato abbraccia quasi tutta la regione e coinvolge italiani e stranieri, sia tra le fila degli sfruttati sia tra gli aguzzini. Non solo i migranti vengono reclutati dai caporali. Ci sono 30mila donne pugliesi che secondo le stime del sindacato Flai Cgil Puglia sono vittime del caporalato.

Alle tre del mattino sono già sulle piazze del brindisino e del tarantino, da Grottaglie a Francavilla Fontana ad aspettare il caporale che le carica su autobus granturismo per portarle sui campi per la raccolta delle fragole o dell’uva. Il nuovo caporalato ha l’aspetto di agenzie di viaggi e di agenzie interinali…leggi

Menu