BURKINA FASO. Ouagadougou condanna la nuova schiavitù dei migranti africani

Agcnews

Il ministro degli Esteri del Burkina Faso ha detto che il paese aveva richiamato il suo ambasciatore in Libia
dopo la notizia secondo la quale i migranti africani neri venivano messi all’asta come schiavi.
La decisione della nazione dell’Africa occidentale ha seguito la trasmissione da parte della Cnn di un filmato
di quella che si diceva fosse un’asta di uomini offerti ai compratori libici come braccianti per le fattorie e
venduti a 400 dollari, un’eco del commercio di schiavi transsahariani che avveniva nei secoli passati.
Il ministro degli Esteri Alpha Barry ha annunciato la decisione del Presidente Roch Marc Kabore in una
conferenza stampa, ripresa da Defence Web.
«Il presidente del Burkina Faso ha deciso di richiamare per delle consultazioni l’ambasciatore a Tripoli, il
generale Abraham Traore» ha dichiarato Alpha Barry. Leggi…

Menu