Convegno “TRATTAMI CON UMANITÀ- cause, riti e carnefici del mercato del sesso” – Potenza, 27 febbraio 2019

“Le abbiamo segnate con il marchio della vergogna. Le osserviamo con lo sguardo di giudici severi o peggio ancora con gli occhi complici del desiderio nascosto, e in ogni caso preoccupati che non deformino con la loro provocante presenza il quadro apparentemente perbene delle nostre città.
La risposta al malcontento sociale e ad una diffusa richiesta di sicurezza che nelle nostre comunità sempre più sta sfociando in un clima da caccia agli untori sembrano prevalere su ogni senso di umanità, e così queste donne, per lo più ragazze e anche bambine, che sempre più affollano i mercati serali del sesso non sono più persone ma strumenti di approvazione popolare e oggetti di scambio elettorale.
Noi che da anni le stiamo accanto fra le fatiche della strada e nel lento riappropriarsi delle loro esistenze non vogliamo invece rassegnarci all’idea che si tratta di persone, umanità fragile, non oggetti, e con insistenza continuare a chiederci: perché lo fanno? Da cosa fuggono? Cosa le lega? Chi ci guadagna? Chi sono i carnefici?

Vogliamo riflettere con esperti e operatori del settore nel Convegno “Trattami con umanità” organizzato per il prossimo 27 febbraio con inizio alle ore 17.00 presso la Sala convegni del Cestrim.”

Il Progetto “Persone, non schiave” del CE.ST.RI.M (Centro Studi e Ricerche sulle Realtà Meridionali) organizza per mercoledì 27 febbraio alle ore 17:00, presso la sede del CE.ST.RI.M in via Sinni, a Potenza,  il Convegno intitolato:

TRATTAMI CON UMANITÀ – cause, riti e carnefici del mercato del sesso” 

Menu