Criminalità in Puglia Nel 2014 raddoppia sfruttamento sessuale

La Gazzetta del Mezzogiorno

BARI – In Puglia nel 2014 “è raddoppiato il fenomeno di riduzione in schiavitù di donne costrette a prostituirsi”, mentre è “in forte crescita” lo sfruttamento di persone obbligate all’accattonaggio: entrambe le modalità coinvolgono “prevalentemente persone di nazionalità romena e bulgara”. Sono alcuni dei risultati del progetto della Regione Puglia ‘Le Città invisibilì, presentato oggi a Bari dall’assessore regionale alla Legalità, Guglielmo Minervini, e da alcuni operatori delle cooperative sociali coinvolte….leggi

Menu