#Filierasporca scrive al ministro Martina: una filiera trasparente contro il caporalato

La Stampa

ROBERTO GIOVANNINI

Dopo le morti nei campi italiani di quest’estate – l’ultimo di questa tragica lista è Arcangelo De Marco, il bracciante di 42 anni, di San Giorgio Jonico (Taranto), colpito da un malore mentre lavorava all’acinellatura dell’uva – si apre una fase decisiva sul tema dello sfruttamento del lavoro in agricoltura.

Venerdì scorso i ministri Martina e Orlando hanno presentato un piano di azione che, tra le varie misure, prevede la confisca dei beni e la responsabilità in solido delle imprese, misura quest’ultima proposta nel rapporto Filiera Sporca, una campagna promossa da Terra!Onlus, daSud e Terrelibere e a cui hanno aderito molte altre organizzazioni che da anni si occupano di sfruttamento (tra queste Medu, Amnesty International, Medici Senza Frontiere, Flai-Cgil). …leggi

Menu