INCONTRO  “Minori vittime di sfruttamento e autori di reato:quali passi per attivare percorsi di inclusione sociale e uscita dall’illegalità?”- Padova, 24 giugno 2019 

Eventi, News

Lunedì 24 giugno dalle ore 09.00 alle ore 14.00, presso la Sala Peppino Impastato della sede di Banca Etica, sita in via Cairoli, 11 a Padova, si terrà l’INCONTRO

 “Minori vittime di sfruttamento e autori di reato:quali passi per attivare percorsi di inclusione sociale e uscita dall’illegalità?

 L’incontro vuole essere un momento di avvio e presentazione dell’Azione di sistema denominata “Inside-Out”, prevista nell’ambito del Progetto N.A.Ve. (Network Antitratta per il Veneto) – Bando 3/2018, di cui il Servizio Protezione Sociale e Centro Antiviolenza del Comune di Venezia è titolare ai sensi del D.P.C.M. 16 maggio 2016 “Definizione del programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini di cui al comma 6 bis dell’art. 18 D.lgs. 286/98, vittime dei reati previsti dagli articoli 600 e 601 del codice penale o che versano nelle ipotesi di cui al comma 1 dello stesso articolo 18”.  “Inside-Out”, che ha per oggetto l’intervento con minorenni e neo-maggiorenni stranieri autori di reato e, al contempo, potenziali vittime di tratta e grave sfruttamento nelle economie illegali, si prefigge di:

–       Aumentare la conoscenza sul fenomeno dei minori stranieri inseriti all’interno di reti criminali;

–      Condividere le criticità e i punti di forza degli interventi di valutazione e presa in carico riferiti a questo specifico target;

–      Sperimentare una tipologia di programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale per i minori e neo-maggiorenni vittime di tratta a scopo di sfruttamento nelle economie illegali;

 La giornata del 24 giugno apre un ciclo di incontri di formazione multi-agenzia che vedrà il prezioso contributo di alcuni esperti a livello nazionale del fenomeno del coinvolgimento dei minori vittime di grave sfruttamento nelle attività criminali forzate e sarà rivolto agli operatori del Progetto N.A.Ve., della giustizia minorile, dei servizi sociali territoriali, delle comunità di accoglienza per i minorenni, delle Forze dell’Ordine e a tutti i soggetti che, a vario titolo ed ognuno per la propria competenza, intercettano questi minori nel territorio della Regione Veneto.  Certi del vostro interesse nell’iniziativa, vi preghiamo di dare cortese riscontro della vostra partecipazione all’indirizzo protezionesocial[email protected] e restiamo a disposizione per ogni chiarimento al numero 0412746834.

 

Menu