Jesi, rapinavano le prostitute cinesi fingendosi clienti: quattro condannati

Corriere Adriatico

JESI – Prendevano appuntamento con le squillo cinesi come normali clienti. Poi, appena entrati in casa, invece di consumare il rapporto sessuale, immobilizzavano la vittima per strapparle via l’incasso della serata e darsi alla fuga. Leggi…

 

Menu