LA TUTELA DELLE VITTIME DI TRATTA TRA ARTICOLO 18 E PROTEZIONE INTERNAZIONALE, ALLA LUCE DEL NUOVO DECRETO LEGISLATIVO 142/2015 – Bologna, 22 ottobre 2015

Il seminario, organizzato per giovedì 22 ottobre 2015, alle ore 14:00, presso le sale B-C-D della Terza Torre della Regione Emilia-Romagna, viale della Fiera n.8, a Bologna, è condotto dall’Avvocato Salvatore Fachile, di ASGI, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione.

 

L’iniziativa è rivolta in particolare a referenti istituzionali, operatori e operatrici sociali, funzionari di enti locali che a vario titolo operano nell’ambito di interventi rivolti a vittime di tratta e grave sfruttamento, e a richiedenti asilo e rifugiati, nonché a referenti, operatrici e operatori delle strutture di accoglienza attivate dalle Prefetture per le persone richiedenti asilo.

 

Tra i temi affrontati:

– tutela delle vittime di tratta: le novità introdotte dal decreto legislativo n. 142/2015*;

– il rapporto tra programmi di assistenza ex art.18 T.U.Immigrazione e percorsi di accoglienza attivati nell’ambito della rete SPRAR;

– i Protocolli tra Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale e gli enti territoriali che realizzano programmi di assistenza ex art.18 T.U.Immigrazione;

– gli interventi per la tutela delle vittime di tratta accolte nelle strutture di accoglienza attivate dalle Prefetture.

 

La partecipazione è libera ma per motivi organizzativi è necessario iscriversi collegandosi a: https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/IscrizioneConvegni/Iscrizione.aspx?6z%2bN8MruZcR1IquQcnrxIw%3d%3d&Lang=IT

Per informazioni: [email protected]

 

 

* DECRETO LEGISLATIVO 18 agosto 2015, n. 142 – Attuazione della direttiva 2013/33/UE recante norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, nonche’ della direttiva 2013/32/UE, recante procedure comuni ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di protezione internazionale. (15G00158) (GU Serie Generale n.214 del 15-9-2015. Entrata in vigore del provvedimento: 30/09/2015)

Art. 17 – Accoglienza di persone portatrici di esigenze particolari

  1. Le misure di accoglienza previste dal presente  decreto  tengono conto della specifica situazione delle persone vulnerabili,  quali  i minori, i minori non accompagnati, i disabili, gli anziani, le  donne in stato di gravidanza, i  genitori  singoli  con  figli  minori,  le vittime della tratta di esseri umani, le  persone  affette  da  gravi malattie o da disturbi mentali, le persone  per  le  quali  e’  stato accertato che hanno subito torture, stupri o  altre  forme  gravi  di violenza psicologica, fisica o  sessuale  o  legata  all’orientamento sessuale  o  all’identita’  di  genere,  le  vittime  di  mutilazioni genitali.
  2. Ai  richiedenti  protezione  internazionale  identificati  come vittime della tratta di esseri umani si applica il programma unico di emersione, assistenza e integrazione sociale di cui all’articolo  18, comma 3-bis, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286.

Testo completo: http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-09-15&atto.codiceRedazionale=15G00158&elenco30giorni=false

Menu