Le prostitute schiave portate in Europa sono sempre più giovani. E numerose

La Repubblica

L’Organizzazione internazionale per le migrazioni pubblica il nuovo rapporto
sulla tratta. Le vittime sono aumentate del 600 per cento in due anni. E
moltissime sono minorenni. Destinate a un incubo.
Le denunce sono poche, pochissime. Solo 78, su quasi settemila vittime identificate. A dimostrazione
«dell’immenso coraggio che devono trovare le ragazze che riescono a denunciare: facendolo spesso contro la
propria famiglia, mentre si trovano da sole in un paese straniero, fidandosi di operatori conosciuti da poco».
Lo racconta Carlotta Santarossa dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), responsabile
dell’ultimo report sulle vittime di tratta, le persone portate in Europa attraverso la rotta dei profughi nel
Mediterraneo centrale per diventare schiave. In questo caso, merce per il mercato del sesso. Leggi…

Menu