Il Corriere Della Sera

In manette due «lucciole» e un trans romeni

L’hanno vista ferma sul marciapiede di via Giovanni Battista Valente e hanno subito pensato a una nuova «concorrente» che cercava spazio nella lor0 abituale zona di lavoro. Due prostitute romene di 23 e 34 anni, spalleggiate da un transessuale (anche lui romeno) di 24 anni, si sono subito avvicinate alla ragazza, pure lei loro connazionale, 33 anni, minacciandola affinché andasse a cercare fortuna altrove. La 33enne, in realtà, stava semplicemente aspettando degli amici, ma non è stata creduta e le sue giustificazioni sono servite solamente ad aggravare la situazione, al punto che le lucciole e il trans l’hanno trascinata in un vicino parcheggio per malmenarla a colpi di borsetta e con un tubo metallico. Non contenti, ne hanno approfittato per portarle via anche la borsa. La vittima è riuscita a divincolarsi e a richiamare l’attenzione di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile che era in transito su via Prenestina. Sentito il racconto della donna, i militari dell’Arma si sono subito messi sulle tracce degli aggressori, trovati a poca distanza dal luogo del pestaggio. Dopo averli bloccati, i carabinieri hanno recuperato la borsa della vittima e sequestrato il tubo metallico con cui era stata picchiata. Le lucciole e il transessuale, arrestati con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali in concorso, sono stati portati in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo mentre la vittima, medicata al pronto soccorso dell’ospedale Vannini, è stata dimessa con 5 giorni di prognosi

Menu