Nelle campagne spunta il clan dei rumeni operai sequestrati e privati dei documenti

Il Mattino

Salerno. Gli investigatori non sanno ancora quanto sia vasto il fenomeno, ma sono certi che esiste ed è ben dissimulato da un semplice artifizio: c’è un clan di rumeni che, nella piana del Sele, ha deciso di tenere in ostaggio decine di lavoratori ai quali non solo ha imposto la tangente, http://farmaciaabuonmercato.com/viagra.html tremila euro, per un posto di lavoro ma, ogni quindici giorni, con la complicità di alcuni imprenditori locali, pretende il «pizzo» sulla già misera paga di 25-30 euro al giorno. Non solo. Ha ridotto in schiavitù questi loro connazionali facendoli vivere in tuguri e, senza scrupolo, li hanno privati dei documenti…leggi

Menu