Prostituzione minorile: vuoto educativo e sesso a pagamento. Un’emergenza trasversale

Articolo 21

Ultimo, in ordine di tempo, lo scandalo scoppiato pochi giorni fa nella cittadina campana di Avellino. Tre
arresti per l’ordinanza di misura cautelare del Gip presso il Tribunale di Napoli, dietro richiesta della Procura
Distrettuale di Napoli, con l’accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione minorile, atti sessuali a
pagamento e violazione della legge Merlin sulla prostituzione. Giovani ragazze, molte delle quali minorenni,
dopo aver marinato la scuola si intrattenevano nel noto circolo ricreativo privato e sarebbero state indotte a
consumare rapporti sessuali in cambio di denaro o altri benefit. Vicenda che richiama alla mente le altre,
innumerevoli purtroppo, scoperte in varie città italiane. Tra le più clamorose quella nota come “dei Parioli” a
Roma che ha coinvolti nomi molto noti.
Don Aniello Manganiello, il prete anti-camorra fondatore dell’associazione Ultimi, durante un incontro sulla
legalità tenutosi in una cittadina alle porte del capoluogo ha parlato di una vera e propria «emergenza
educativa». Del vuoto rimasto dopo il crollo dell’alleanza che legava «le varie agenzie educative: la famiglia,
la scuola, la parrocchia con l’oratorio». Leggi…

Menu