Racket della prostituzione, i “capi” patteggiano: dopo il maxi-blitz solo tre nel processo ordinario. Così il controllo delle lucciole

La Nazione

Arezzo,1° ottobre 2014 – Si erano spartiti il mercato della notte di San Zeno: gli albanesi da una parte, i rumeni dall’altra. Non un connubio felice, ricco di incidenti di percorso: e tra io quali la Mobile ha saputo incuenarsi. Fino al blitz di aprile, dieci ordinanze di custodia cautelare chieste al Gip dal Pm Marco Dioni. …leggi

Menu