Roma, nomadi col biglietto sul Frecciarossa: l’ultima frontiera del borseggio, 8 fermi

Il Messaggero

di Riccardo Tagliapietra

Due ragazzini nomadi sugli 11 anni del campo di Castel Romano pizzicati sul Frecciarossa con tanto di biglietto per Milano. Entrambi travestiti da turisti, con calzoncini corti e t-shirt firmate. Obiettivo? Alleggerire i viaggitori senza destare sospetti e, una volta arrivati nel capoluogo lombardo, risalire su un altro treno per tornare a casa carichi di soldi.

E’ una delle piste seguite dal gruppo Spe della polizia municipale Roma Capitale, guidato dal comandante Antonio Di Maggio, che stamane ha fermato otto nomadi, pizzicati in flagranza durante borseggi nella metro e nei treni. Quattro di loro sono giovanissimi, ma già carichi di precedenti penali con una sfilza di reati che vanno dal borseggio, alla rapina imporpria, alla resistenza e lesioni. Si tratta di ragazze e ragazzi dagli 11 ai 13 anni: A.C. 11 anni, 13 arresti negli ultimi venti mesi, A.E. 12 anni, 6 arresti, C.S. 11 anni, 8 arresti e O.S. 13 anni, ma arrestato già 8 volte. Tutti accompagnati al Misna in via Annibale di Francia, tutti fuggiti dopo poche ore per tornare al lavoro. …leggi

Menu