Tracce di riti vudù vicino al cimitero di Lumellogno: “Per ricattare le prostitute”

La Stampa

L’associazione che combatte la tratta: c’è la firma degli sfruttatori
Tracce di riti esoterici assimilabili al vudù sono state trovate sul retro del cimitero di Lumellogno dall’ex
presidente circoscrizionale Carlo Migliavacca. «Sono ben tre le situazioni riscontrate – racconta -, ciò
significa che il luogo viene periodicamente utilizzato per questi riti. Sono “cerimonie” che con la nostra
cultura non hanno niente a che vedere. Essendo il cimitero di Lumellogno isolato, ma comunque di facile
accesso e privo di ogni tipo di sorveglianza, è stato evidentemente individuato come luogo sicuro per agire
indisturbati. La mia segnalazione ha indotto gli agenti della questura a fare un sopralluogo. Spero che le
indagini permettano di rintracciare gli autori». Sul posto sono stati trovati dei canestri in vimini contenenti
candele spezzate, fagioli, mais, lenticchie, gusci di uova, foglie di banano. Leggi…

Menu