Vietnam, traffico minori lungo la frontiera con la Cina: “22 mila in 10 anni”

La Repubblica 

ROMA – Vivere al confine tra due paesi può essere un beneficio in termini linguistici, culturali ed economici, oppure può essere letale. Alla seconda possibilità appartengono le storie di vita delle ragazze di Mong Cai, nella provincia di Quang Ninh, in Vietnam. A 33 chilometri di distanza c’è Guangxi. Ci troviamo lungo la frontiera tra Vietnam e Cina. Le relazioni tra i due paesi, incrinatisi a partire dal 1979, oggi si connotano per un clima di pace e di sviluppo. La crescita economica di entrambe le parti, però, va di pari passo con l’incremento del traffico di esseri umani. La Cina, infatti, oggi è considerata il paese che riceve il numero più alto di donne vittime di traffici illeciti. …leggi

Menu